Clinica Villa Valeria Srl Piazza Carnaro, 18 00141 Roma | info@villavaleria.it - 06 87 27 21

Convenzioni

MEN’S HEALTH

Professor Sangiorgi

WHO IS WHO

  • Il Prof. Sangiorgi è il Direttore del Laboratorio di cateterizzazione dell'Università di Roma Tor Vergata
  • Si è formato presso la Mayo Clinic di Rochester, MN USA dal 1991 al 1999.
  • E' stato co-direttore del Laboratorio di cateterizzazione dell'Ospedale San Raffaele di Milano, Responsabile del Laboratorio di cateterizzazione dell’ Humanitas di Bergamo e dell'Ospedale San Gaudenzio di Novara
  • È responsabile della Clinica di Salute Maschile della Casa di Cura Villa Valeria.

LA SESSUALITÀ NON E’ UNA QUESTIONE DI ETÀ

"Sebbene La disfunzione erettile sia molto comune, non fa normalmente parte dell'invecchiamento".

(Istituti nazionali di sanità degli Stati Uniti)
La disfunzione erettile non dovrebbe essere considerata solo come un problema di QoL, ma anche come un potenziale segnale di avvertimento di malattie cardiovascolari (CVD).

DEFINIZIONE E PREVALENZA

  • La disfunzione erettile (DE) è definita come l'incapacità ricorrente di raggiungere e mantenere un'erezione soddisfacente per il rapporto sessuale.
  • Un trattamento di successo della disfunzione erettile ha un forte impatto sulla qualità della vita.
  • Più di 300 milioni di uomini in tutto il mondo hanno ED e il 52% degli uomini negli Stati Uniti, dai 40 ai 70 anni, riferisce un certo grado di ED. Nei pazienti affetti da CAD questa percentuale aumenta fino al 61% se opportunamente indagata.

PER UN'EREZIONE TOTALMENTE NATURALE...SI HA BISOGNO DI…

  • Sistema nervoso intatto (Qualcuno che avvii il flusso dell’aria)
  • Buon flusso sanguigno (tubo del compressore funzionante)
  • Tessuto cavernoso intatto/sano (con un buon tipo di gomma)
  • La capacità di bloccare l’uscita venosa del pene (nessuna perdita d’aria nella gomma)

NUMBER OF THE PROBLEMS

COLLEGAMENTI TRA ED E CVD

FATTORI DI RISCHIO:

Età, DM, HTN Alcool, tabacco } Disfunzione Endoteliale + Aterosclerosi

  • Fino al 46% degli uomini con CAD ha ED e oltre l'85% con CHF
  • Il 75% degli uomini con CAD ha problemi a raggiungere l'erezione e il 65% a mantenerla.
  • La disfunzione erettile precede l'insorgenza di malattie cardiovascolari sintomatiche di 3 anni nel 67% dei casi.
  • La DE aumenta il rischio di eventi CV del 44%, del 62% per infarto miocardico e del 25% per la mortalità complessiva.

(Gazzaruso et al. Tiratura 2004;110:22; Rosen et al. J Urol 1991;145:759 Montorsi et al., European Heart Journal 2006; 27, 2632 Vlachopulos et al. Esito di qualità della Circ Card 2013; 6: 99)

COLLEGAMENTI TRA ED E CVD

La relazione tra disfunzione erettile e malattie cardiovascolari: una revisione sistematica e meta-analisi.


I nostri risultati suggeriscono che ED può essere un marcatore di CVD sub-clinico e di aterosclerosi, anche in pazienti senza una palese diagnosi di malattia vascolare periferica. L’ED può essere usata per identificare pazienti che possono beneficiare di un controllo precoce per disfunzioni vascolari.

COLLEGAMENTI TRA ED E CVD

GLI SCENARI

Angio-TC PER LA DISFUNZIONE ERETTILE

Angiografia con CO2 per ED vascolare

CASO STUDIO: ANGIOGRAFIA BASALE

PUDENDAL A. OCCLUSIONE CRONICA

ANGIOGRAFIA FINALE

QUALI SONO I RISULTATI ESSENZIALI?

Il successo del trattamento, riflesso da un miglioramento, clinicamente rilevante, minimo nel punteggio dell’indice internazionale della Funzione Erettile -6 (IIEF-6) e dal PSV Dynamic Doppler tra il basale e il 6 mos FU.

CONCLUSIONI

La DE aterosclerotica è la maggiore delle cause di tutta la DE, specialmente nei pazienti diabetici

È fortemente correlata con eventi cardiovascolari e cerebrovascolari

Oggigiorno questa condizione è trattabile con angioplastica con palloncino e stent con più del 70% di successo clinico

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Prenotare un appuntamento ti permetterà di avvalerti di una consulenza personalizzata e altamente professionale, contattaci e richiedi maggiori informazioni.

INFORMATI ORA!

Fidati dell'esperienza e della professionalità che da decenni caratterizzano la nostra struttura sanitaria. Siamo particolarmate attenti alle esigenze dei nostri pazienti, vivi il tuo percorso di cura in piena serenità con il supporto e la piena disponibilità dei nostri collaboratori.